GEORGE FLOYD FREESTYLE #Icantbreathe

Sono giorni che osservo in silenzio quello che sta succedendo negli Stati Uniti a causa dell’omicidio di George Floyd, e come altre volte il rap mi ha aiutato a trovare le parole giuste per esprimere quello che penso.

“Non respiro mamma vieni a salvarmi, mi hanno ucciso a mani nude senza armi, sono solo uno dei tanti caduti, chiudo gli occhi mamma e tanti saluti, la mia pelle non è spessa abbastanza, non respiro la tua voce mi calma, steso a terra non mi posso più alzare, su di me tutto il peso del male, il potere ti azzera, il silenzio difende l’odio di un collega, e la vita si spreca, è l’invidia che striscia il fallimento ti acceca, prendi e fai la tua scelta, rosso sangue la razza è la stessa, resto un uomo come te come tutti, anche quando non respiro come Floyd, come Cucchi.”

“I don’t breathe mom come to save me, they killed me with bare hands without weapons, i’m just one of the many fallen, i close my eyes and many greetings, my skin is not thick enough, i don’t breathe your voice calms me, lying on the ground i can no longer get up, all the weight of evil on me, power wipes you out, silence defends the hatred of a collegue, and life is wasted, it is envy that creeps failure, blinds you, take and do your choice, blood red, the race is the same, i remain a man like you like everyone, even when i don’t breathe like Floyd, like Cucchi”

(Translation: Lisa Munson)

Continue Reading

AMIR ISSAA X ISPI SCHOOL / DIPLOMAZIA CULTURALE / VEN. 10 LUGLIO

Il rap entra nel mondo della diplomazia culturale grazie al mio coinvolgimento in questo progetto di ISPI – Istituto per gli studi di politica internazionale ideato da Paolo Petrocelli, presidente di Associazione Italiana Giovani per l’UNESCO e fondatore di EMMA for Peace. Avrò la possibilità di fare una lecture in cui racconterò la mia esperienza di artista Italiano di seconda generazione, con un focus sul progetto didattico nelle università degli Stati Uniti. Da qualche anno sto esplorando il potenziale della cultura Hip Hop al di fuori del circuito tradizionale, e questo è un altro tassello importante. Per maggiori informazioni cliccare qui.

Continue Reading

AMIR ISSAA X BILLBOARD ITALIA – SULLE ALI DEL RAP (intervista)

Su Billboard Italia di questo mese potete leggere un intervista di tre pagine sul mio tour a New York. Da qualche anno sto lavorando a questo progetto che si divide tra musica e cultura, con la missione di portare nelle università degli Stati Uniti una testimonianza dell’Italia contemporanea. Ringrazio i docenti nei dipartimenti di Italianistica che ci hanno creduto e mi hanno aiutato a realizzare tutto questo.

(Testo: Cristiana Lapresa / foto: Enrico Rassu).

L’amore per la cultura Hip Hop ha portato Amir Issaa da Piazzale Flaminio ai luoghi storici del rap a New York. Oggi il suo libro Vivo per questo è studiato nei dipartimenti di Italianistica delle università americane”. (Billboard)

Continue Reading

AMIR ISSAA IN CONCERTO PER L’ESERCITO DELLA SALVEZZA – (ROMA)

In un periodo difficile come quello che stiamo vivendo il mio pensiero va ai più sfortunati, ai senzatetto, ai rifugiati e a tutte le persone che non hanno una casa. Ho deciso di mettere a disposizione la mia musica per gli ospiti dello Zazer Diurno con un concerto privato Domenica 5 Aprile, che farò da casa mia in diretta streaming esclusivamente per loro. Scendere in campo con l’Esercito della Salvezza è una scelta che faccio consapevolmente, avendo già collaborato per altre iniziative in cui ho visto con i miei occhi l’amore che mettono in quello che fanno.

(Leggi l’articolo su La RepubblicaClicca qui)

Continue Reading

RADIO INOSSIDABILE VOL.1 MIXTAPE (2010) / AUDIO STREAMING + FREEDOWNLOAD

Per superare questo momento difficile ho pensato ad un modo per tenervi compagnia con la mia musica iniziando da questo mixtape di 50 tracce in collabo con 3D uscito nel 2010. Il primo volume della trilogia chiamata “Radio Inossidabile”. In questo caso è una collezione di strofe già edite su dischi di altri artisti e alcuni remix. Da menzionare l’intro del tape realizzato da Vado, un rapper di Harlem/Ny che non ha bisogno di presentazioni. (clicca qui)

Continue Reading

POPPWEB TV INTERVISTA AMIR ISSAA SU MUSICA E CINEMA

PoppWeb è una web tv finanziata dal ministero delle pari opportunità e gestita dagli studenti dell’Istituto Cine tv “Roberto Rossellini“. Mi hanno contattato per propormi un intervista sul mio percorso artistico, e in particolare sul rapporto tra musica e cinema che mi ha portato fino alla realizzazione della colonna sonora del film “Scialla“.

Continue Reading

ARTICOLO SULLA VISITA DI AMIR ISSAA A UMASS

A Novembre del 2019 sono stato a visitare “University of Massachusettes” per un incontro con gli studenti che mi ha tenuto impegnato tre giorni tra laboratori, lecture e un concerto. Anna Orlandi ha scritto un bell’articolo sul sito dell’università.

A social activist, rapper, and writer, Issaa has visited colleges in the United States for the past five years. For his “Vivo per Questo” tour, UMass Amherst welcomed him to campus for a performance and conversation on Wednesday, November 13, in Herter Hall. He shared a few songs, including ones that translate to “Foreigner in My Country” and “I’m Not an Immigrant.”

Per leggere l’articolo Cliccca qui

Continue Reading

AMIR ISSAA INTERVISTATO DA MONICA MONDO A #SOUL – (TV2000)

Sono stato intervistato da Monica Mondo all’interno del programma Soul su Tv2000, e in questa lunga chiacchierata abbiamo affrontato vari argomenti tra cui la musica rap e il suo potere a livello educativo.

“Amir Issaa, musicista, rapper: un nome ben noto, segnalatoci dagli accademici della Crusca! Mentre si discute di un rapper autore di testi volgari e violenti a Sanremo, Issaa sostiene, con noi, che al rap non è concesso tutto, come per qualunque espressione artistica: chi parla a un pubblico ha obiettivi e responsabilità, e lui, salvato dalla musica, usa le parole per raccontarsi e per dire la sua sul mondo. Parole come armi, che non fanno mai male. Il rap è uno strumento narrativo libero, libero anche dalla politica e dall’ideologia. Dà voce agli ultimi, alle ingiustizie, ma senza esibire successo e ricchezza di troppi parvenus baciati dal successo. Italo egiziano, anzi italianissimo, di padre egiziano, strappato alla strada grazia agli incontri con educatori che contano, Amir tiene lezioni di italianistica in università, collabora con le scuole per progetti di inclusione, scatena il ritmo e cura la nostra bella lingua, è un guerriero che costruisce e non dimentica a periferia in cui è cresciuto”.

Continue Reading